Login

Il Cardinale Schönborn Approva il Sionismo

(Washington Post, 31 marzo 2005) Gerusalemme, Israele -- Un Cardinale Cattolico afferma che il supporto dei cristiani europei per Israele non è basato sul senso di colpa dell'Olocausto e che i cristiani dovrebbero riconoscere il sionismo come elemento biblico.

Christoph Cardinal SchoenbornL'arcivescovo di Vienna, cardinale Christoph Schoenborn, parte di una delegazione austriaca in visita, ha esposto tali osservazioni mercoledì, all'Università Ebraica di Gerusalemme, come ha riportato il Jerusalem Post.

Schoenborn ha ribadito l'importanza, dal punto di vista dottrinale, dei cristiani di riconoscere la connessione degli ebrei alla "Terra Santa", e che i cristiani dovrebbero gioire del ritorno degli ebrei in Palestina, in quanto compimento di una profezia biblica.

Egli riporta anche che Papa Giovanni Paolo II stesso aveva dichiarato il comandamento biblico per gli ebrei di vivere in Israele essere un'alleanza perenne rimasta valida fino ad oggi.

Alla domanda di un sacerdote palestinese a Schoenborn se la creazione del moderno stato di Israele non fosse un'espressione della colpa europea per l'Olocausto, il cardinale ha risposto di no.

Il cardinale, considerato un candidato alla successione di Papa Giobanni Paolo II, ha fornito, mercoledì  notte, un forte messaggio in favore degli insediamenti ebraici in Terra Santa, rifiutando l'affermazione che il sostegno dei cristiani europei per lo Stato di Israele fosse basato su un senso di colpa dell'Olocausto e ribadendo che tutti i cristiani dovrebbero riconoscere il sionismo come una necessità biblica per il Popolo ebraico.

L'arcivescovo di Vienna, cardinale Christoph Schoenborn, parte di una delegazione austriaca in visita, ha esposto tali osservazioni all'Università Ebraica di Gerusalemme sul tema "Il paese eletto da Dio".

Dopo aver chiesto: "Che cosa significa per noi Eretz Yisrael [il paese di Israele]" Schoenborn ha risposto sottolineando l'importanza dei cristiani non solo di riconoscere la connessione degli ebrei al paese ma anche di garantire che l'identificazione cristiana con la bibbia ebraica non porti ad una "usurpazione" dell'unicità degli ebrei.

"Solo una volta nella storia dell'umanità Dio prese un paese come eredità e lo diede al Suo popolo eletto" ha detto Schoenborn, aggiungendo che Papa Giovanni Paolo II stesso aveva dichiarato il comandamento biblico per gli iebrei di vivere in Israele essere un'alleanza perenne rimasta valida fino ad oggi. I cristiani, ha detto Schoenborn, dovrebbero gioire del ritorno degli ebrei in Terra Santa come compimento di una profezia biblica.

Un sacerdote palestinese ha sfidato il cardinale su questo punto chiedendogli come poteva egli predicare alla sua congreggazione palestinese che l'instaurazione di un moderno stato ebraico non fosse una "catastrofe" come loro la chiamano, o il risultato del senso di colpa delle potenze europee dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Schoenborn ha risposto dicendo che "Io stesso sono un rifugiato" – alla fine della Seconda Guerrra Mondiale, quando era un neonato, i genitori di Schoenborn fuggirono in Austria dalla Cecoslovacchia – e che egli sentiva dolore davanti alla non riconosciuta ingiustizia sofferta da migliaia di cechi. Ciononostante, ha detto, sia quel caso, sia il conflitto arabo-israelinao sono questioni di legge internazionale, mentre l'elezione del popolo ebraico e la loro eredità in Terra Santa sono questioni di fede che risalgono alla Bibbia stessa.

Schoenborn ha detto anche che spera che il conflitto si risolvi in accordo con le leggi internazionali e con il rispetto per la giustizia del popolo palestinese. "Tutti noi desideriamo questa soluzione", disse. "Tuttavia non sono un ingenuo. I conflitti sono parte di un'amore per il paese (da entrambe le parti) e lo sono sempre stati.... Una soluzione semplice non esiste".

Articolo originale: ...che cosa credono i cardinali

Attualità

Written on 10/12/2015 by Commission for Religious Relations with the Jews
perche-i-doni-e-la-chiamata-di-dio-sono-irrevocabiliCinquant’anni fa, fu promulgata la dichiarazione "Nostra aetate" del Concilio Vaticano Secondo. Il suo quarto articolo presenta la relazione tra la Chiesa cattolica ed il popolo ebraico all’interno di un nuovo quadro teologico. Le riflessioni qui di...
Written on 18/11/2015 by Catholics for Israel
christianity-and-islam-doctrines-and-beliefs-comparedAlthough Islam and Christianity seem to have certain points of doctrine in common, there is an enormous difference between them, not only in beliefs about salvation and Christ but in many other areas affecting daily life, human behavior and...

Ultimi Articoli

20/05/2017 Michael Wyschogrod
israel-the-church-and-electionGod has tied His saving and redemptive concern for the welfare of all men to His love for the people of Israel. Only those who love the people of Israel can love the God of Israel. Israel is thus God's first-born, most precious in His eyes.
09/04/2017 André Villeneuve
the-catholic-response-to-islamThis article examines the Catholic response to the growth of Islam in the West in light of the Church’s vision for interreligious dialogue and evangelization. Does the Catholic Church have a coherent strategy in respect to Islam? Is this strategy working? Is it realistic? Is it...
25/03/2017 Catholics for Israel
the-613-mitzvot-jewish-commandmentsAccording to Jewish tradition, God gave 613 mitzvot (commandments) to Israel. 271 of these commandments can still be observed today. Check out our dynamic table of mitzvot, sortable according to the classification of Maimonides (Mishneh Torah and Sefer Hamitzvot) and the Chafetz...
11/01/2017 André Villeneuve
on-the-importance-of-biblical-hebrew-in-catholic-seminaries-and-academic-institutionsWhen God first uttered His eternal Word to man in human speech, He did so in the Hebrew language. And yet we typically see a disproportionate emphasis on Latin and Greek in Catholic academic institutions, often at the expense of Hebrew. Why this imbalance? I would like to...
14/08/2016 André Villeneuve
feasts-of-israel-foreshadowing-the-messiahThe Feasts of Israel recall God's deliverance of the Israelites from Egypt and his care for them during the Exodus. But the feasts also foreshadow God's salvation plan for humanity in Christ. This essay examines the significance of these feasts for Jews, as well as their...
13/06/2016 Dr. Norman Lamm
judaism-and-the-modern-attitude-to-homosexualityIn remaining true to the sources of Jewish tradition, Jews are commanded to avoid the madness that seizes society at various times and in many forms, while yet retaining a moral composure and psychological equilibrium sufficient to exercise that combination of discipline and...
13/06/2016 Encyclopaedia Judaica
homosexuality-in-the-torahAmong the sexual perversions proscribed as criminal offenses in the moral code of the Torah are homosexual relations between males (Lev. 18:22). Talmudic law extends the prohibition also to lesbianism. Rabbinic sources advance various reasons for the strict ban on...
The latest The Catholics for Israel Daily! https://t.co/mR064BBBZV Thanks to @seletlumieretv @Dreuz_1fo @LifeSite #breakingnews #iraq
5hreplyretweetfavorite
The latest The Catholics for Israel Daily! https://t.co/3jObS5Des5 Thanks to @USCatholic #cancer #copticchristians
17hreplyretweetfavorite
The latest The Catholics for Israel Daily! https://t.co/jppiAsp31U Thanks to @news_va_en @uCatholic #prolife #popefrancis
The latest The Catholics for Israel Daily! https://t.co/P40naw9TCo Thanks to @CUFI #prolife #jerusalem
Vai all'inizio della pagina